Italian English

Teleconsys firma accordo di collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila

0

Teleconsys firma accordo di collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila 

La convenzione tra Teleconsys e il Laboratorio di Geomatica del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile Architettura e Ambientale dell’Università degli Studi dell’Aquila è intesa a stabilire un accordo bilaterale di collaborazione scientifica per la durata di 3 anni, al fine di effettuare ricerche in termini di utilizzo di Tecnologie Innovative in specifici settori: 

✔️ Il settore AGROALIMENTARE rappresenta una tra le più importanti ricchezze del nostro paese. Il   settore è ricco di opportunità e di importanti leve per il cambiamento, che, stimolate dall’evoluzione dei gusti dei consumatori, dalla costante crescita della popolazione mondiale, dal cambiamento climatico, dalla presenza di risorse naturali limitate (ad es. L’acqua), possono portare allo sviluppo delle aziende del settore, in un quadro di sostenibilità e innovazione. Agricoltura di precisione e Smart Farming, tecnologie innovative come IoT e Big Data Analytics rendono possibile l’applicazione del paradigma della Data Driven Economy all’intera filiera Agricola: produzione, raccolta, trasformazione, distribuzione e consumo  

✔️ Il settore dei BENI CULTURALI è di importanza strategica per il sistema paese e può essere valorizzato attraverso tecnologie innovative (quali digital twin, augmented reality, data analysis, ecc.) opportunamente utilizzate. In particolare, attraverso lo studio e la conoscenza dei manufatti o dei siti di interesse è possibile definire piani di conservazione, programmare interventi strutturali, valutare la corretta fruizione ed eventuali rischi di carattere antropico ed ambientale.   

✔️ Il tema delle comunità intelligenti è di grande interesse per le prospettive di sostenibilità sociale e di sviluppo economico che garantisce. In Europa sono in corso numerose iniziative per la creazione di cluster di città, aziende e società civile per avviare innovazione digitale significativa (Horizon 2020, Città Metropolitane, ecc.). Per superare i limiti degli ordinari confini amministrativi e l’insieme delle azioni indirizzate alla struttura urbana, l’Agenzia per l’Italia Digitale indica come più appropriato, rispetto alla nomenclatura Smart City, l’uso dell’espressione SMART LANDSCAPE, con lo scopo di evidenziare le necessità di integrazione a più alto livello che hanno gli interventi di digitalizzazione nelle aree urbane e nei nodi logistici.

✔️ L’ambito delle SMART INFRASTRUCTURE comprende la gestione intelligente delle infrastrutture critiche soprattutto in ambito trasporti e energia, fornendo a sistemi che interagiscono con il mondo fisico possibilità di monitoraggio, rilevazione di allarmi, compliance normativa, garanzia di sicurezza delle informazioni associate.

L’implementazione del paradigma IoT a questo settore permette di migliorare i servizi e proteggere i cittadini, abilitando infrastrutture sempre più intelligenti e la possibilità di adottare sistemi basati sui dati. 

✔️ Il CONTRASTO AL DISSESTO IDROGEOLOGICO è uno dei temi di importanza strategica per il sistema paese su cui è possibile portare valore tramite strumenti di geomatica e di digital enablers quali Big Data Analytics, GIS 2D/3D, Artificial intelligence, Distributed Ledger Technologies, IoT, API Interoperability che possono permettere di gestire in maniera innovativa indicatori e mappe di rischio, correlazione della complessità, inventari, consultazione, condivisione delle informazioni, monitoraggio e alerting, supporto alle decisioni. 

✔️ Nell’ottica della costruzione di un sistema paese più efficace e moderno, la PROMOZIONE E TUTELA DEL MADE IN ITALY in ambito artigianale e agroalimentare, sono aspetti di particolare interesse. L’utilizzo di tecnologie emergenti, quali quelle di registro distribuito, possono garantire la qualità e l’origine di un prodotto a tutela del consumatore, del produttore e dell’eccellenza italiana. 

La Prof. Donatella Dominici del laboratorio di Geomatica e il Dott. Marco Chessari di Teleconsys sono i responsabili scientifici dell’accordo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *